Vai ai contenuti della pagina
Museo

Museo della Guerra - Linea Gotica
Castel del Rio (Bologna)

Il Museo della guerra e della Linea Gotica di Castel del Rio nacque nel 1978 grazie all'intraprendenza e all'impegno di alcuni cittadini che, colta un'idea del Dott. Paolo Cenni, poi primo presidente, si costituirono come associazione volontaria e avviarono la raccolta di reperti e materiali bellici rinvenuti nella vallata del Santerno.

Oggi, dopo la ristrutturazione del Palazzo Alidosi e grazie ai contributi comunali, dell'Istituto dei Beni Culturali e di alcuni privati, il Museo della guerra e della Linea Gotica si sviluppa su più di 800mq di superficie tra le sezioni dedicate alla Grande Guerra, alla Seconda Guerra Mondiale e al passaggio del fronte in vallata, all'attività Partigiana e alla Deportazione di cittadini di Castel del Rio.
Esso consta di più di 1600 pezzi, alcuni dei quali rari e pregiati, e di una biblioteca tematica utile di circa 1500 testi, anch'essi frutto di donazioni.

Panoramica del piano terraPanoramica del primo piano
Particolare del piano terraUna delle radio militari esposte
Maschera antigasIl Texan T6 esposto a fianco del Museo

kalamun cultura e comunicazione, siti internet Ravenna